L'architettura di Sydney

Sydney è la città più grande, antica e cosmopolita dell'Australia, con un'invidiabile reputazione che fanno di essa una delle metropoli più belle e vivibili del mondo.

Ricca di storia, natura, cultura, arte, moda, cucina, design, Sydney si estende accanto a chilometri di coste oceaniche e spiagge sabbiose. L'immigrazione a lungo termine ha regalato alla città la reputazione di uno dei centri culturalmente ed etnicamente diversi in Australia e nel mondo. La città è anche sede della Sydney Opera House e del Sydney Harbour Bridge, due delle strutture più iconiche del pianeta.

Lo skyline di Sydney è facilmente riconoscibile con differenti stili architettonici, dal moderno al più antico. Si va dai semplici edifici georgiani di Francis Greenway all'Expressionist Sydney Opera House di Jorn Utzon. Sydney ha anche una grande quantità di edifici vittoriani, come il Sydney Town Hall e il Queen Victoria Building. Tra i più significativi dal punto di vista architettonico sono da citare il Sydney Opera House e il Sydney Harbour Bridge, tra molti altri. Tra i grattacieli la Sydney Tower si erge su tutto lo skyline della città.

Nei sobborghi Paddington è noto per le sue case a terrazza, mentre diversi nella zona occidentali contengono strade fiancheggiate da cosiddette case federative (costruite intorno al periodo della federazione australiana nel 1901). Probabilmente l'esempio meglio conservato di case federali a Sydney si trova nel sobborgo di Burwood. Qui le grandi case sono tutte architettonicamente uniche e costruite su grandi distese di terra con alberi secolari e giardini incantevoli. Più lontano, il North Shore, Castlecrag è un sobborgo unico, progettato dall'architetto Walter Burley Griffin negli anni '30.

 

blog-single-image