Città del Brasile

blog-single-image

Il Brasile è la nazione più grande dell’America Latina: spazia dalla tropicale Amazzonia fino al sud più temperato, dove confina con Argentina e Uruguay. Il sud-est è la parte più densamente popolata e accoglie le due città più grandi, São Paulo (San Paolo) e Rio de Janeiro.

Scopriamo assieme le principali città del Brasile!

San Paolo

Nel sud-est del Brasile, è la città più grande e popolosa, con ben 12 milioni di abitanti. Città eclettica, mix di culture e popoli, è famosa per i suoi alti grattacieli, per l’ottima gastronomia e l’effervescente musica.

Tre sono i grandi centri cittadini: il centro più antico conserva gli edifici storici tra cui la Catedral Metropolitana, che si affaccia sulla Praça da Sé, la piazza della cattedrale.

A poca distanza si trova l’Avenida Paulista, uno dei viali più importanti della città lungo quasi 3km che ospita uno dei musei più famosi, il MASP (Museu de Arte de São Paulo).

Jardins è invece il quartiere ricco, pieno di negozi di qualità e dei migliori ristoranti. Il parco più grande di San Paolo, una boccata d’ossigeno tra i grattacieli, è il Parque Ibirapuera, nel distretto di Vila Mariana.

Rio de Janeiro

Rio è una delle città più belle e vivaci del mondo, dove gli abitanti sono chiamati “carioca” e si respira un'aria di festa tutto l'anno.

Il Pan di Zucchero, un monolito di granito e quarzo che si eleva a quasi 400 metri sopra la città è uno dei simboli del Brasile: lo si può raggiungere scalando la montagna o prendendo la funivia, la quale parte dal livello del mare, raggiunge il Morro da Urca a 224m e prosegue poi fin sulla cima. Il Pan di Zucchero rimane illuminato anche di notte, offrendo un’incredibile panorama circondato dalla baia di Guanabara.

Altro simbolo, forse il più importante, è la statua del Cristo Redentore sul monte Corcovado, inaugurata nel 1931 per sottolineare il centenario dell’indipendenza del Brasile.

La famosa spiaggia di Copacabana, fiancheggiata da palme e lunga 5km, è il centro del turismo di Rio. Il nome deriva da un luogo vicino al Lago Titicaca in Perù, “Copa Caguana” (luogo luminoso in Quechua), ripreso da un capitano spagnolo che fece erigere a Rio una cappella alla Madonna di Copacabana che lo aveva aiutato durante un naufragio.

Salvador de Bahia

Spostiamoci più a nord lungo la costa brasiliana e raggiungiamo lo stato del Bahia, famoso per le meravigliose spiagge che si affacciano sull’Atlantico. Salvador fu fondata nel 1549 e fu per oltre due secoli il centro amministrativo e politico del Brasile coloniale. Il Pelourinho è il centro coloniale, con strade acciottolate su cui si affacciano palazzi del XVII e XVIII secolo e chiese barocche.  Pelourinho significa “palo della fustigazione”, infatti un tempo indicava la piazzetta triangolare dove un tempo gli schiavi venivano fustigati.

Recife, Natal e Fortaleza

Inoltriamoci nel nord di questo grande Paese, dove troviamo tre città vicine. Recife era un piccolo villaggio di pescatori prima che venisse conquistato dagli olandesi nel XVII secolo. L’odierno centro storico sorge sulle basi della prima pianificazione urbana olandese, e include i luoghi di maggiore interesse: la Casa da Cultura, la cattedrale, i forti di Cinco Pontas e di Brum, costruiti attorno al 1630.

Natal è una tranquilla e moderna città balneare, conosciuta soprattutto per la sua spiaggia Ponta Negra. La città deve il suo nome al giorno della fondazione, il 25 dicembre 1598. Il monumento più caratteristico è il Forte dos Reis Magos, battezzato in onore dei Re Magi, che durante l’alta marea è separato dalla terraferma ma raggiungibile tramite uno stretto passaggio.

Fortaleza è una località di villeggiatura ricca di atmosfera e fascino. Vicino al vecchio porto, Praia de Iracema, sosta il quartiere storico, ma Fortaleza è ora conosciuta come città di grattacieli e caratteristici caffè all’aperto che si affacciano sul lungomare.

Siete pronti a visitare le città del Brasile?

Contattate Mundo Escondido per un preventivo di viaggio in Brasile.

blog-single-image